𝐓𝐈𝐍𝐓𝐄 𝐂𝐀𝐏𝐄𝐋𝐋𝐈: 𝐂𝐎𝐍 𝐎 𝐒𝐄𝐍𝐙𝐀 𝐀𝐌𝐌𝐎𝐍𝐈𝐀𝐂𝐀?
È giunto il momento di tingere i capelli, ma cosa è meglio scegliere? Una tinta con o senza ammoniaca?
L’ammoniaca è un ingrediente dannoso per i nostri capelli, ma è largamente utilizzato nelle tinte in quanto permette di colorare a fondo la fibra capillare penetrando nelle cuticole.

Vediamo le principali differenze fra tinte con e senza ammoniaca.

TINTE CAPELLI CON AMMONIACA

Abbiamo voluto fare chiarezza riguardo le tinte con ammoniaca, chiedendo a un’esperta: Grazia Cassanelli, di Grant Parrucchieri. “Bisogna precisare che oggi le tinte con ammoniaca non contengono più tutti quei prodotti chimici aggressivi che un tempo rovinano moltissimo i capelli e la salute. Oggi, le tinte con ammoniaca sono arricchite con ingredienti naturali ed antiossidanti, e anche la colorazione risulta più naturale e intensa rispetto alle vecchie colorazioni.

La differenza tra colorazioni con e senza ammoniaca riguarda il risultato finale che si vuole ottenere”.

Le colorazioni con ammoniaca consentono di decolorare o ricolorare in profondità, permettendo di cambiare colore più facilmente, passare da capelli biondi a scuri.

L’ammoniaca permette al pigmento di arrivare in profondità e aumenta la durata del colore sul capello.

TINTE CAPELLI SENZA AMMONIACA

Grazia Cassanelli di Grant Parrucchieri consiglia: “la tinta senza ammoniaca è ideale per chi ha una cute più sensibile poiché è meno aggressiva e ha un effetto meno sfibrante. Oggi le tinte senza ammoniaca coprono perfettamente anche i capelli bianchi e garantiscono delle ottime colorazioni. Se infatti, qualche anno fa queste colorazioni potevano sembrare un po’ più “trasparenti”, oggi colorano in modo eccellente”.

Vi consigliamo le nostre tinte Euphidra, con l’acquisto di tre confezioni in omaggio una piastra con presa USB.

I nostri servizi